APPLE

WWDC 2013: ecco tutte le novità presentate

wwdc2013wallpaper

 

Si è da poco concluso il xx WWDC 2013 l’evento della casa di Cupertino per gli sviluppatori. Il keynote si apre con la presentazione del nuovo Store a Berlino e qualche numero:

  • 5 anni di vita dell’App Store
  • 50 miliardi di applicazioni scaricate
  • 575 milioni di account (one-click con carta di credito associata) attivi sull’apple store

 

iOS 7

hero

iOS 7 traccia un taglio netto con la grafica delle precedenti versioni. Nuove icone , grafica pseudo-tridimensionale, sfondi animati, nuove interfacce grafiche per praticamente tutto, e un bellissimo effetto trasparenza nella barra di stato, nel dock e in altri componenti dell’interfaccia.

la novità più importante è stata il Control Center: molto simile al centro notifiche (con la differenza che spunta dal basso e non dall’alto) questo “centro di controllo” ci permetterà di:

  • Abilitare o disabilitare la modalità aereo
  • Abilitare o disabilitare il Wi-Fi
  • Abilitare o disabilitare il Bluetooth
  • Abilitare o disabilitare la modalità Non Disturbare
  • Bloccare o sbloccare la rotazione
  • Regolare la luminosità
  • Regolare il volume
  • Riprodurre musica (cambiare brano, mettere in pausa, scorrere più avanti nel brano ecc.)
  • Inviare un file via AirDrop (Sì! C’è anche AirDrop in iOS 7)
  • Controllare le funzionalità di AirPlay
  • Accendere il flash posteriore (potrò finalmente cancellare l’app LED Torch!)
  • Avviare l’app Orologio
  • Avviare l’app Calcolatrice
  • Avviare l’app Fotocamera

Totalmente rivista anche l’app Immagini, che ora divide le foto in dei raccoglitori chiamati “Momenti”. Tante piccole novità, tra cui la possibilità di applicare filtri in stile Instagram direttamente dall’app. E ora si possono condividere anche i video negli Streaming Foto condivisi.

Tante novità anche nel browser SAFARI:

  • Interfaccia a tutto schermo anche in verticale
  • Campo di ricerca intelligente (a barra unica)
  • Nuova vista tab: oltre ad essere davvero bella, elimina il limite delle tab aperte.
  • Controllo genitori
  • Portachiavi iCloud: sincronizzazione automatica con gli altri dispositivi iCloud (Mac compresi) delle password e dei dati delle carte di credito.

La novità più importante dell’app Musica è il nuovo servizio iRadio. Per il resto avremo, come per tutte le altre app, un’interfaccia ridisegnata. Dovremo dire addio al Cover Flow in ragione di una nuova visualizzazione orizzontale.

Altre novità sono:

  • Multitasking migliorato: finalmente qualsiasi app potrà girare davvero in multitasking. Inoltre, potremo sfogliare le anteprime delle app aperte.
  • Siri migliorato, ora anche con voce maschile (ma non ancora per la lingua italiana).
  • Activation Lock: qui ci vorrebbe una standing ovation. Da oggi potremo bloccare totalmente l’iPhone in caso di furto, e -dicono- non ci sarà più verso di farlo funzionare senza conoscere il nostro l’ID Apple e la relativa password.
  • FaceTime finalmente anche in modalità solo audio.
  • BLACKLIST! Finalmente potremo bloccare determinati utenti per impedirgli di contattarci, con buona pace degli stalker in erba.
  • Cartelle sfogliabili (quindi senza alcun limite di app).
  • Sincronizzazione delle notifiche tra i vari dispositivi.
  • Modalità notturna nell’app Mappe.
  • L’App Store aggiorna automaticamente le app installate.

OS X Mavericks

hero_wave

Arrivati alla 10 versione del software che gira sui computer Mac, la Apple decide di battezzare il nuovo arrivato con un nome del tutto nuovo: OSX Mavericks (in inglese indica qlc sopra gli schemi).

Il nuovo sistema operativo prevede una serie di novità. Vediamole:

iBooks
visto che sono disponibili 1,8 milioni di libri all’interno della iBookstore, la società ha realizzato un’applicazione integrata all’interno del nuovo sistema operativo che permette di leggere i libri elettronici. Sono ovviamente supportati anche libri interattivi e le pagine lette all’interno dell’applicazione saranno sincronizzati automaticamente con quelli disponibili all’interno della versione per iOS, ovviamente grazie ad iCloud.

Mappe
la società ha dichiarato di aver migliorato molto le sue mappe eliminando molti errori e migliorando i punti di interesse. Ora le mappe arrivano attraverso l’applicazione ufficiale del sistema operativo con cui è possibile sincronizzare i punti preferiti sulle mappe, ricevere le informazioni sul traffico, utilizzare il servizio per la visualizzazione in 3D e sincronizzare il tutto con la versione per iOS.

Calendario
il calendario ora vede la nuova grafica meno skeumorfica, perdendo di fatto gli elementi ricordavano le agende di pelle. Gli eventi adesso integrano le informazioni sul tempo di percorrenza degli spostamenti sulle mappe, integrano gli eventi di Facebook e le schede degli eventi contengono più informazioni come il meteo, le mappe e l’auto completamento del testo.

Safari
anche il browser di Apple vede una grafica meno skeumorfica perdendo l’effetto 3D all’interno delle gallerie delle pagine preferite. Una barra laterale permette di accedere velocemente ai segnalibri, ai link condivisi e alla funzione Reading List che permette di salvare le pagine da leggere comodamente in modalità off line. Tante migliorie sono state apportate anche nell’utilizzo dei Javascript. Ora il browser è 1,44 volte più veloce di Chrome, mentre consuma 1,3 volte meno di Firefox.

iCloud Keychain
ora non sarà più necessario segnarsi le proprie password su un foglio perché il sistema operativo le archivia con un sistema di criptazione a 256-bit. Sarà possibile anche far decidere al sistema operativo di generare una password e archiviare dati delle carte di credito in maniera sicura. In questo modo spostarsi dalla navigazione sul Mac a quella su iOS non richiederà di reinserire le password.

Display multipli
è possibile collegare più display contemporaneamente per gestirli in maniera autonoma. Questo sistema metterà di semplificare il processo di utilizzo di più display contemporaneamente e supporta anche l’AppleTv tramite la tecnologia Airplay.

Notifiche
Le notifiche integrate in OS X sono molto più interattive. Per esempio permettono di rispondere ai messaggi direttamente nella finestra della notifica, rispondere alle telefonate di FaceTime, eliminare un’e-mail e avere un’integrazione maggiore con le applicazioni che possono inviare gli aggiornamenti delle notizie direttamente nel centro notifica. Anche i siti Web, infatti, potranno accedere alle notifiche del sistema operativo. Come accade in iOS, inoltre, se il computer è sulla finestra di login riceverà comunque le notifiche e le mostrerà in un elenco.

Finder Tabs
Il nuovo sistema operativo Apple permette di avere le tab, come avviene all’interno di Safari, ed in ognuna inserita una cartella. Grazie alla possibilità di aggiungere dei tag ai documenti, inoltre, sarà possibile cercarli molto velocemente avendo la possibilità di inserire i più utilizzati all’interno della finestra del Finder. Anche le applicazioni potranno supportare i tag e questi saranno sincronizzati mediante iCloud. Personalmente utilizzato TotalFinder, ma ora non ha più senso di esistere come software di terze parti.

Queste sono le novità principali del nuovo sistema operativo OS X Mavericks, ma tante altre prevedono delle migliorie nel suo motore.

MacBook-Air-2013

Il WWDC 2013 non è stato soltanto un evento dedicato al software, ma anche all’hardware. Apple, infatti, ha utilizzato l’evento per presentare i nuovi MacBook Air. Il computer più leggero della società permette adesso di avere un’autonomia molto superiore rispetto alla generazione precedente.

La versione da 11 pollici permette di avere un’autonomia di 9 ore, mentre la versione da 13 pollici permette fino a 12 ore di autonomia. Sono dati che superano l’autonomia offerta dagli iPad. Nel caso in cui il computer fosse in standby, inoltre, l’autonomia è garantita per 30 giorni.

I consumi ridotti sono garantiti dall’utilizzo di  una nuova generazione di processori Intel i5 e i7 progettati per consumare meno energia. I MacBook Air hanno una scheda grafica HD Graphics 5000 che offre il 40% in più di velocità e supportano fino a 8 GB di memoria RAM.I dischi SSD adesso arrivano a 512 GB e offrono al 45% in più di velocità.

Il computer dispone di doppio microfono per aumentare le qualità audio e ridurre i rumori di fondo. Integra due porte USB 3, una porta Thunderbolt e la versione da 13 pollici anche un lettore di schede SD.

I prezzi partono da € 1029 per la versione da 11 pollici con disco da 128 GB e 4 GB di RAM, mentre la versione da 13 pollici con disco da 128 GB parte da € 1129. La disponibilità è immediata.

potrebbero interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.