Geek

ATARI: Game Over. Il colosso dei video-games dichiara bancarotta

atari

Asteroids e Pong sono stati i miei primi video game (Pong ha compiuto 40 anni il 29 novembre 2012). Giocavo contro il computer con un joystick a forma di tubo e si utilizzava avvitando e svintando una specie tappo posizionato sul tubo. Uno spasso incredibile a 8 anni.

Dopo aver conquistato me la Atari ha conquistato milioni di giocatori, fino al 20 gennaio 2013. Quando la Atari ha “portato i libri in tribunale” facendo ricorso alla procedura Chapter 11.

La storica azienda nella quale lavorò anche Steve Jobs prima di fondare Apple, intende avviare un completo risanamento: rilanciare il marchio originale sviluppando applicazioni per le piattaforme digitali e mobili. Dopo lo splendore degli anni Ottanta, Atari è entrata di fatto in un lento ma inesorabile declino.

Ora si cerca un compratore con lo scopo di rientrare nel mondo dei videogame per dispositivi mobili. Oggi, il ramo americano conta una quarantina di dipendenti; il 17 per cento delle sue entrate provengono dalla licenza d’uso per il leggendario logo che viene sfruttato per i più svariati prodotti commerciali, a partire dalle t-shirt. Le preferite dai geek.

 

potrebbero interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.