Evento Apple del 1 settembre: ecco le novità

Ci siamo. L’evento media del 1 settembre si è concluso da poco…Molte e ghiotte le novità in ballo.

L’evento, come lasciava intuire l’invito inivato alla stampa, aveva come oggetto principale la musica e quindi la linea di prodotti che va sotto il nome di iPod, che è stata completamente riprogettata. Sul palco uno Steve Jobs apparentemente ringiovanito è salito sul palco per l’atteso evento di fine estate. Come ogni anno questa linea di prodotti viene rinnovata in vista dell’arrivo tra qualche mese del Natale, periodo dell’anno particolarmente fecondo per l’azienda di Cupertino. Considerate che fino a oggi Apple ha venduto 275 milioni di iPod.

Ma veniamo alle novità. La prima degna di nota è il nuovo iPod Touch.
L’iPod Touch è la console di gaming portatile più diffusa al mondo e ha superato sia Nintendo che Sony PSP. Il nuovo iPod Touch, oltre ad essere più sottile del precedente, può contare sul famoso Retina Display introdotto con l’ iPhone 4, chip A4, doppia fotocamera e supporto a FaceTime.
La fotocamera posteriore è in grado di girare video in HD 720p, condivisibili immediatamente via WiFi su YouTube. Inquadra. Tap si gira!

La versione da 8Gb ha un costo di 239 Euro, quella da 32Gb ha un costo di 309 Euro e quella da 64Gb ha uno costo di 409 Euro (lo so che ve ne siete accorti che manca la versione da 16 Gb…potevano partire da quella vista l’irrisoria differenza di prezzo tra l’8 e il 32 Gb).

La seconda novità riguarda i piccoli di casa: l’iPod Nano e l’iPod Shuffle. Una rivoluzione al quadrato. Sì perchè nella riprogettazione entrambi hanno subito una metamorfosi che li ha portati ad avere una forma quadrata.

L’iPod Nano è spesso soltanto 8,78 mm compresa la clip e pesa 21,1 grammi. La ghiera, elemento fino a questa serie (la sesta) presente è sparita per fare spazio a un piccolo display da 1,5″, multitouch con una risoluzione di 240 x 240 pixel. Di serie su questa versione la radio FM.

Cosa manca? No, non parlo delle parola, ma del sistema operativo iOS. Su questo device non è possibile installare applicazioni di terzi o connettività bluetooth o WiFi. La società ha però aggiunto l’opzione per ascoltare l’audio mono, qualora volessimo condividere un auricolare con un’altra persona.

L’iPod Nano è disponibile in 7 colori in alluminio anodizzato, e potrà essere acquistato al costo di 169 Euro nella versione da 8 GB e 199 Euro nella versione da 16 GB.

Anche l’iPod Shuffle, il più inutile della linea, si è rifatto il trucco. Ora la forma è quadrata, accompagnata dalla solita ghiera e con una clip che consente di agganciarlo dove si vuole.

La versione da 2Gb disponibile in 5 diversi colori ha un costo di 55 Euri. Ma il mio consiglio è non buttate i vostri soldi, io ne ho in casa ovviamente uno (mi è stato regalato) ma lo considero un oggetto insignificante.

Le novità nel campo della musica non sono finite. Durante la serata è stata presentata anche la nuova versione di iTunes 10. Per questo software arrivano, dopo tanti anni di onorata carriera, tante novità. A partire dal logo che abbandona lo sfondo a forma di CD, ormai superato come supporto.

La vera novità di questo nuovo iTunes, però, è il suo lato social (come alcuni rumor avevano predetto): Apple ha introdotto Ping, una sorta di Twitter per la musica, in cui cercare artisti nuovi da ascoltare e condividere i propri gusti musicali. Ping permette di seguire persone con gusti simili, scambiarsi idee e via di questo passo: uno degli aspetti migliori è la possibilità di seguire artisti famosi che possono pubblicare foto dei concerti, stati d’animo e cose del genere. Il software iTunes e il nuovo Ping sono disponibili fin da subito.

Durante la conferenza è stata annuciata anche la nascita della nuova versione del sistema operativo iOS: la versione 4.1. Questa nuova versione sarà disponibile dalla prossima settimana e avrà le seguenti caratteristiche:

  • High Dynamic Range Photo: per migliorare la qualità della fotocamera. In automatico il device scatterà tre foto in rapida successione – l’immagine normale, una sottoesposta e la terza sovraesposta. L’immagine verrà poi rielaborata per creare un’immagine ad alta dinamica.
  • Correzioni di bug compresi quelli relativi al sensore di prossimità, Bluetooth e il 3G iPhone.
  • Download video ad alta definizione su Wi-Fi.
  • Acquisto e noleggio di Film TV
  • Game Center

A novembre inoltre arriverà la versione iOS 4.2. Un’unica versione per iPhone, iPod Touch e iPad. Tra le principali novità di questa versione ci sono il supporto per la stampa, wireless e  AirPlay un software che consente di fare sharing di contenuti multimediali onAir.

e per finire One More Thing. La nuova Apple TV. Uno strumento per chi vuole i film e gli show televisivi senza dover usare un computer, che vuole contenuti in HD, ma non vuole spendere tanto, per chi non vuole dover sincronizzare, gestire archivi e soprattutto vuole qualcosa di piccolo e silenzioso.

La nuova Apple TV è  piccolissima, giusto un quarto rispetto alla precendete: ha una connessione HDMI e una Ethernet, ma ha anche il Wi-Fi. Consente di gestire film, serie TV e musica, tutti contenuti in HD (se disponibili). Tutti i contenuti sono affittati, non acquistati quindi non si devono gestire archivi. I contenuti si fruiscono in streaming.

Infine Apple TV è in grado di inviare in streaming i film ad iPad.

Costa 99 dollari, ma per procurarvela dovrete andare in America, o in Gran Bretagna, Francia, Germania o Canada, visto che nel nostro Paese non sarà disponibile. Peccato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.