APPLE, Google

L’antitrust indaga su Apple e Google

google_apple_logo

Cosa hanno in comune queste due grandi aziende? No, non mi riferisco al nemico Microsoft.
Gli elementi che accomunano i due brand sono di altra natura. Le due aziende competono su tantissimi fronti:

  • Gli smartphone: iPhone vs. Android
  • Web browsers: Safari vs. Chrome
  • Musica e video: iTunes vs. YouTube
  • Cloud computing: MobileMe vs. iGoogle
  • E-mail services: Mail vs. Gmail
  • Gestione contatti: Address Book vs. Contacts
  • Calendari: iCal vs. Google Calendar
  • Chat: iChat vs. Google Talk
  • Photos: iPhoto vs. Picasa
  • File storage: iDisk vs. Google Docs

altro da aggiungere? L’impressione è quella di essere di fronte a due competitor. Allora cosa ha fatto scattare l’allarme dell’antitrust? Almeno due elementi, nei rispettivi consigli di amministrazione.

Il primo è Eric Schmidt, la posizione scomoda in assoluto. Schmidt è CEO Google, siede nel consiglio di amministrazione della Apple ed inoltre membro del Science and Technology Advisory Council (PCAST) una commissione creata da Barack Obama per le principali questioni legislative relative al mondo della scienza e della tecnologia.

Il secondo è Arthur Levinson, anche lui presente nel cda di Apple e Google oltre a essere alla guida della Genentech  (azienda impegnata nelle biotecnologie). Secondo il New York Times, la compresenza di Schmidt e Levinson nei “board of director” Apple e Google è esplicitamente vietata dalla Clayton Antitrust Act.
Una legge emanata per evitare che tra due aziende sussistano rapporti tali da limitare la concorrenzialità.

Per un attimo proviamo ad immaginare questa legge applicata ai cda delle aziende italiane

potrebbero interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.