APPLE

Nuovi MacBook Pro da 17″: il desktop diventa portatile

macbook pro

Si è concluso l’ultimo (e probabilmente il più noioso) keynote del MacWorld Expo.
La novità più importante a mio avviso è l’introduzione del nuovo portatile: MacBook Pro da 17 pollici Unibody.
Il portatile era l’unico non aggiornato durante l’ultimo evento sui notebook di ottobre 2008 per problemi al display e all’unità ottica. Ma l’attesa è servita a presentare un portatile senza precedenti.

Il nuovo MacBook Pro è il più sottile notebook da 17 pollici al mondo con la sua altezza di soli 0.98 pollici.

Unibody rappresenta la nuova tecnologià di costruzione dei notebook adottati dalla casa di Cupertino. Per questo portatile, infatti (come per il MacBook Air) la scocca è costituita da un unico componente. Lo svantaggio di questa soluzione è l’impossibilità per “molti” utenti di poter sostituire da soli la batteria. Questo svantaggio è compensato da una nuova batteria a lunga durata. La batteria oltre ad essere molto leggera ha un autonomia di ca. 8 ore (vale a dire un intera giornata di lavoro senza mai collegare il notebook alla rete elettrica).

Il nuovo MacBook Pro da 17″, come i modelli da 15″, è equipaggiato con ben due schede video che permetteranno di risparmiare energia quando non è richiesto il massimo impegno di elaborazione grafica. Le schede sono prodotte da Nvidia  e sono la GeForce 9400M e la 9600M GT con 512MB di Ram GDR3.

Il cuore nuovo MacBook Pro da 17″ è un moderno processore Intel Core 2 Duo a 2,66 GHz e di serie sono presenti ben 4GB di veloce memoria ram DDR3. Degno di nota è anche lo spazio disponibile sull’hard disk: si parte da 320GB oppure è possibile scegliere un HD da 250GB SSD. 

Prezzo: a partire da 2799 Dollari e sarà disponibile per la fine di Gennaio.

potrebbero interessarti...

1 Comment

  1. […] completo fonte: Nuovi MacBook Pro da 17″: il desktop diventa portatile | HeavyTrader Author: […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.